Archive for 25 aprile 2009

“Sarò la spina nel fianco”

25 aprile 2009

pubblicato dal Corriere Adriatico, sabato 25 aprile

“I Liberi come migliore garanzia di buon governo ma lotteremoperché non vi sia divorzio”. Catalano avvisa Ceriscioli: non avrai vita facile, ma sei l’unica novità.

PESARO – Fumate bianche offuscano il cielo del centro-destra. Il candidato Luca Ceriscioli ha incassato ieri mattina i due giuramenti di alleanza, quasi contemporanei, di Partito Socialista e Lista Civica dei Liberi. Nel suo accerchiamento pre-elettorale degli avversari, questa mossa probabilmente toglierà voti da un humus che Cascino avrebbe potuto trovare molto favorevole alla sua elezione a primo cittadino. Intanto, entrambi gli alleati si approcciano però al loro leader “cementificatore” con animo non del tutto pacificato. E Giuseppina Catalano pubblicamente promette: “non credo che Ceriscioli avrà la vita facile. Ci poniamo come migliore garanzia di un buon governo, ma anche come rigorosa spina nel fianco della nuova amministrazione. Lottiamo però affinché non vi sia divorzio”.
Parla della sua ultima notte da candidata a sindaco – quella che ormai per Ceriscioli è confidenzialmente “la Pina” – come di un passo avanti, non indietro, che segue le radici della stessa nascita come lista: “la rivolta alle decisioni prese nel chiuso delle stanze dei partiti e la volontà di un gruppo di cittadini di mettere a disposizione le proprie competenze candidandosi al governo della città”. É questo il discrimine: dall’opposizione nei banchi della minoranza, a “parte propositiva e dirigente di una larga coalizione”. Una decisione che allontana dal Pdl, “non come moglie tradita, bensì indignata, per l’incapacità di liberarsi delle logiche partitiche e diatribe interne, senza una mentalità cambiata e reale possibilità di cambiamento”.
“Restare una terza via – continua – era l’unica soluzione possibile, ma senza la realistica prospettiva per questa tornata elettorale. Le motivazioni di apertura di Ceriscioli e lo strumento politico scelto (ossia la profferta di vicesindaco, n.d.r.) per rendere possibile l’accettazione, sono l’unica novità di questa campagna elettorale. Un gesto che segna l’inequivocabile capacità di passare dalle parole ai fatti. Non siamo autorizzati a rifiutare l’unico modo che oggi pone condizioni realistiche per cambiare”. Con un confronto interno anche sofferto che pare aver al momento mietuto le assenze in lista degli ex consilgieri Paolo Tonelli e Caterina Tartaglione. L’obiettivo di riconferma di 5 posti in consiglio sembra raggiungibile, “se riusciremo a far capire alla gente ciò di cui siamo convinti”. Intanto, che non si è né di destra né di sinistra.

“Diventerai la prima vicesindaca”

25 aprile 2009

pubblicato dal Corriere Adriatico, sabato 25 aprile

PESARO – “Un ruolo dal grande valore ideale non condizionato ai risultati elettorali” rimarca Giuseppina Catalano e Luca Ceriscioli lo conferma: vicesindaco al di là del peso alle votazioni. Difficile credere che, nei giochi della politica di coalizione, un’eventuale debacle della Lista non possa far passare in cavalleria questa disponibilità, intanto Ceriscioli: “A memoria la prima donna vicesindaco”. Definisce l’azione “naturale nella modalità, eccezionale nel risultato” e non plaude tanto ai suoi stessi tatticismi, quanto s’interroga sulle azioni altrui, ringraziando “la Pina” “per la capacità di cogliere l’opportunità a tiro, con un atteggiamento per nulla resistente”.

I socialisti ufficializzano il sì

25 aprile 2009

pubblicato dal Corriere Adriatico, sabato 25 aprile

Tutti i nomi in lista: volti conosciuti con qualche ritorno all’ovile a partire da Claudio Cicoli. Appoggio al candidato Pd ma con riserva e un po’ di rancore.

PESARO – “Un partito dato per morto è risorto. Per anni siamo stati una coscienza dilaniata, oggi ridiventiamo una coscienza complessa”. Si riferisce alle persone in lista “dall’estrazione più diversa”, Giancarlo Scriboni, presidente regionale del Partito Socialista, quando annuncia che si presenteranno con lo slogan “Uniti”, che omaggia nel logo un garofano, al fianco di Luca Ceriscioli. Un’alleanza che presenta alcuni “figli di compagni da ricordare con affetto”, prefiggendosi “una città metropolitana e dei borghi” con “una costola importante nel Comitato per la difesa del San Bartolo”. Era di metà febbraio la lettera aperta con cui Ceriscioli inchiostrava “una nuova stagione di speranze per tutti i progressisti”, riconoscendo “tanti errori e sottovalutazioni fatti da parte nostra e di altri riformisti” e ricordando “una straordinaria esperienza riformatrice sviluppata in quasi 50 anni di collaborazione nel governo locale”, come nei Prg degli anni ’60 per cui i socialisti plaudono a Stefanini. Presenti anche il segretario regionale Massimo Seri e provinciale Stefano Gattoni, col senatore Giuseppe Righetti. La lista: Baroncini Danilo, Battisti Riccardo, Balducci Francesco, Bianchini Luigi Maria, Bruscolini Maurizio, Cappellini Mariagiovanna, Cicoli Claudio, De Biagi Luca, Fasano Ilaria, Fattori Daniele, Fiorenzuolo Giovanni, Giorgini Simone, Manenti Davide, Mariani Stefano, Massarini Elisa, Mauri Maurizio, Mazzucchelli Daniele, Minelli Gianni, Minerva Giancarlo, Oliva Michele, Paolucci Miranda, Piovaticci Giovanni, Polidori Umberto, Pozzi Riccardo, Schirò Valentina, Simoncini Davide, Tornati Claudia, Vacca Renzo e Vannini Lamberto. Mentre Gioacchino Guastamacchia, nel suo blog se la prende “con il nano che vuol fare l’assessore”.

Residenza sanitaria. Inaugurato il Galantara

25 aprile 2009

pubblicato dal Corriere Adriatico, sabato 25 aprile

“Finalmente i pesaresi non dovranno più girar l’Italia in lungo e in largo per trovare una risposta di riabilitazione intensiva degna, tra l’altro, di un territorio in prevalenza popolato da anziani”. Per il sindaco Luca Ceriscioli questa è la soddisfazione di un impegno di cui si parla da tempo e che si è reso al dunque possibile ieri mattina con l’inaugurazione del nuovo modulo di riabilitazione intensiva alla Residenza Sanitaria Galantara in Strada per Novilara. Soddisfazione nelle autorità intervenute, dal direttore della zona territoriale Asur1 Gianni Genga, il direttore generale dell’ospedale San Salvatore Gabriele Rinaldi, il presidente della Regione Gian Mario Spacca e quello della Provincia Palmiro Ucchielli, l’assessore alla Salute della Regione Marche, Almerino Mezzolani, non ha potuto presenziare per precedenti impegni su Fossombrone. Di questo progetto integrato tra Zona Territoriale 1 e San Salvatore, restano ora al pubblico dei futuri utenti del servizio 14 posti di intensiva che si aggiungono ai 6 già attivati in estensiva. Intanto la Provincia ha trovato una soluzione per l’incrocio pericoloso davanti al “Galantara”, teatro di numerosi incidenti stradali. Gli uffici tecnici sono al lavoro per elaborare un progetto che renda più sicuri l’ingresso e l’uscita degli automezzi che gravitano attorno alla residenza sanitaria per anziani e al centro di riabilitazione. Saranno realizzate una piazzola di sosta per gli autobus di linea e una rotatoria che migliorerà e renderà più sicura la viabilità della zona. L’importo dell’opera 180.000 euro.