Archive for 4 aprile 2009

“Era l’unica azienda disponibile”

4 aprile 2009

pubblicato dal Corriere Adriatico, sabato 4 aprile

Il sindaco difende Giulio Oliva, il comandante della Municipale indagato per il Videored.

PESARO – Rallenta e frena, filma e registra, il caso Videored passa (col rosso) all’indaga e notifica. Il comandante della Polizia Municipale di Pesaro, Giulio Oliva, è stato iscritto nel registro degli indagati nel fascicolo relativo alla vicenda Videored. Le indagini conclusive condotte dal sostituto procuratore Monica Garulli sono depositate in Procura e muovono nei confronti del pubblico ufficiale l’ipotesi di reato per abuso d’ufficio e falsità ideologica. L’interessato purtroppo non risponde, cellulare muto, al comando dei vigili urbani nella giornata di ieri lo dicono fuori servizio. Quasi a parlare per lui, invece ieri durante la consueta conferenza con la stampa del venerdì, era in un certo senso stato il primo cittadino, Luca Ceriscioli, a cui è probabile Oliva abbia risposto più di buon grado.
“Intanto non è una condanna, ma solo una notifica di accertamento, per cui c’è da andar cauti – ha puntualizzato il sindaco, incalzato sulla mancata gara di appalto per il conferimento alla ditta di Marostica degli impianti tra viale della Vittoria e viale della Repubblica – poi, da quanto mi risulta, come nelle stesse motivazioni addotte dal comandante Oliva, esiste solo la ditta che poi si è scelta, ad utilizzare un apparecchiatura omologata ed in grado di fare un filmato delle infrazioni, così come richiedevamo. Del resto, tutto il caso del Nord è proprio partito a causa di apparecchi non omologati”. Secondo la guardia di Finanza, titolare dell’inchiesta, in realtà all’epoca dei fatti (2008) erano almeno 4 le ditte in Italia capaci di fornire le stesse garanzie della Traffic Technology. L’inchiesta pesarese sul Videored era stata avviata a seguito dei ricorsi (più di 800) al giudice di pace contro i verbali e dall’esposto di un comitato. L’indagine è condotta dal pm Monica Garulli. Un’analoga inchiesta sul Vistared installato dal comune di Fossombrone è stata appena archiviata dalla procura di Urbino.
Nel corso della stessa conferenza il sindaco ha poi parlato di giovani e del programma per il 2009 dell’Ambito Territoriale 1, da lui stesso presieduto e coordinato da Giuliano Tacchi, per tutta l’area di Colbordolo, Sant’Angelo in Lizzola, Tavullia, Monteciccardo, Mombaroccio, Gradara e Gabicce Mare.
Dal 16 al 19 luglio, agli Orti Giuli, “Zoe Microfestival”, con una rete di artisti che confermerà il protagonismo giovanile e si allargherà alla provincia. La Valle del Foglia sarà coinvolta dall’animazione di strada, da Borgo Santa Maria a Osteria Nuova, da Montecchio a Padiglione, secondo un progetto integrato con la sanità che utilizza le risorse finanziarie del Dipartimento Dipendenze Patologiche dell’Asur di Pesaro.
Su percorsi formativi e orientamento al lavoro, si terranno 4 incontri, inizio previsto dalle 18.30, in collaborazione con Cisl, Cgil e la Provincia con Eurodesk: il 23 aprile all’Informagiovani di Pesaro, ricerca attiva e curriculum vitae; il 7 maggio a “Il lingotto” di Borgo Santa Maria, contratti atipici; il 21 maggio al “Passaparola” del Campus di Pesaro, su aiuti economici a chi è in difficoltà; e infine, il 28 maggio, a Vismara, un seminario conclusivo.

Dal Tribunale a Baia Flaminia

4 aprile 2009

pubblicato dal Corriere Adriatico, sabato 4 aprile

PESARO – Sempre nell’ambito delle iniziative dedicate ai giovani il sindaco Luca Ceriscioli ieri mattina ha parlato inoltre dell’evento previsto per il prossimo il 23 maggio. Il luogo è Baia Flaminia, e l’appuntamento con il coordinamento CNGEI degli Scout Laici che organizzerà una giornata dedicata a informazione e controinformazione.
Si riconferma inoltre il concorso per giovani dai 16 ai 24 anni d’età, “Fuori le idee”, con 5 premi in denaro per i progetti di 1.800 euro ciascuno. Torna infine il “Progetto Oratori” con la Diocesi e il RASTA (Rete Adolescenti Scuola Territorio Ambito) per azioni di educazione alla pace, primo soccorso, lotta alle droghe e molto altro ancora.